Home  »  Pubblica Amministrazione   »   Autocertificazione spostamenti coronavirus per fase 2

Autocertificazione spostamenti coronavirus per fase 2

Di | 31 Agosto 2020
autodichirazione spostamenti coronavirus

Il Ministero dell’Interno ha reso pubblico il nuovo modulo di autodichiarazione per spostamenti da utilizzate per la fase 2 dell’emergenza legata al coronavirus. Il nuovo modello è valido per gli spostamenti effettuati a partire dal 4 maggio 2020, ovvero dalla data di entrata in vigore del DCPM del 26 aprile 2020 riguardante “ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale” pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.108 del 27-04-2020.

Il Ministero dell’Interno ha precisato che sarà possibile utilizzare il modello di autodichiarazione spostamenti precedente avendo cura di barrare le voci modificate dal nuovo decreto.

I cittadini potranno portare con se il modulo già compilato oppure, se ne sono sprovvisti, riceveranno dagli agenti di polizia una copia del modello da compilare al momento del fermo, quindi difatti non è obbligatorio portarlo con sé.

 

Spostamenti autorizzati dal DCPM del 26 aprile 2020

Gli spostamenti permessi dal 4 maggio 2020 devono essere motivati da:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • assoluta urgenza;
  • situazione di necessità (fare la spesa, andare in farmacia, comprare prodotti di prima necessità, etc);
  • motivi di salute.

Se ci si sposta per motivi legati al lavoro in luogo dell’autodichiarazione potrà essere esibita altra documentazione attestante quanto dichiarato fornita dal proprio datore di lavoro, quale a titolo esemplificativo tesserino o documentazione simile.

Saranno consentiti gli spostamenti tra diversi comuni anche quelli motivati dalla necessità di visitare i propri congiunti (solo all’interno della Regione), e a tale riguardo il Ministero dell’Interno ha specificato nelle FAQ pubblicate in data 2 maggio 2020 che per congiunti si intendono:

  • i coniugi;
  • i partner conviventi;
  • i partner delle unioni civili;
  • le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo;
  • i parenti fino al sesto grado;
  • gli affini fino al quarto grado.

Modello autodichiarazione spostamenti aggiornato al 2 maggio 2020

 


Copyright © Riproduzione riservata

 

 

Avatar
Autore: Antonella Beringheli

Consulente aziendale, laureata in scienze economico-aziendali, specializzata in crisi d'impresa, diritto commerciale e diritto tributario, appassionata di informatica e nuove tecnologie.