Fatturazione elettronica: nuovo modello delega e revoca

Di | 31 Agosto 2020

Trasmissione fatture elettroniche

La trasmissione delle fatture elettroniche può essere effettuata sia ad opera dello stesso soggetto obbligato all’emissione della fattura, sia tramite un intermediario, questo è quanto ha stabilito l’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del 30 aprile 2018.

L’intermediario in questo caso può essere anche un soggetto diverso dagli intermediari di cui all’art. 3 del D.P.R. n. 322/1998.

Con il Provvedimento del 13 giugno 2018 L’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di delega da poter utilizzare per conferire la delega all’intermediario. Con successivo Provvedimento del 5 novembre 2018 l’Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello di delega, tale nuovo modello permette, altresì, di inviare le deleghe e le revoche in modo massivo.

 

Modalità di presentazione delle deleghe

Le deleghe conferite all’intermediario possono essere presentate all’Agenzia delle Entrate per mezzo di tre differenti modalità:

  • in via massiva => trasmettendo (mediante il servizio Entratel) un file telematico contenente al suo interno tutte le deleghe. Per agevolare chi effettua l’invio tramite questa modalità l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione degli utenti del suo sito web un’applicazione chiamata “DFE18”;
  • carico singolo delle deleghe;
  • invio tramite PEC => avendo cura di allegare i documenti del delegante e il modello di delega scannerizzato.
  • direttamente dal delegante => compilando un’apposita sezione all’interno dell’area riservata qualora il delegante abbia effettuato l’accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate tramite fisconline, SPID o Carta Nazionale del Servizi o presentando il modello di delega presso uno dei uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate.

 

Leggi anche  Fattura elettronica: soggetti obbligati ed esclusi

Da quando può essere utilizzato il nuovo modello di delega?

Il nuovo modello approvato con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 5 novembre 2018 può essere utilizzato a partire da tale data, ma sarà comunque possibile utilizzare il vecchio modello approvato con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 13 giugno 2018 fino al 4 gennaio 2019.

 

Conservazione delle deleghe

Gli originali delle deleghe presentante dagli intermediari dovranno essere conservate da questi per 10 anni presso la propria sede o ufficio, avendo cura di indicare:

  • numero progressivo e data della delega o della revoca;
  • codice fiscale del delegante;
  • dati anagrafici del delegante;
  • dati estrapolati dal documento d’identità del delegante.

Composizione del modello di delega

La composizione del modello della delega è formata da:

  1. l’informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679;
  2. da una sezione contenente i dati del delegante, dei delegati, dell’eventuale tutore o rappresentante del delegante, del tipo di operazione richiesta, dei servizi per i quali si intende utilizzare la delega, della scadenza della delega;
  3. da un sezione contenente i dati dell’eventuale soggetto a cui è conferita procura speciale ai fini della presentazione del modello;
  4. da una sezione utile all’autentificazione della firma del delegante;
  5. da una descrizione dei servizi che possono essere delegati.

Servizi delegabili esclusivamente agli intermediari abilitati di cui all’art. 3 del D.P.R. n. 322/1998

I servizi delegabili esclusivamente agli intermediari abilitati di cui all’art. 3 del D.P.R. n. 322/1998 sono:

  • consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche;
  • consultazione dei dati rilevanti ai fini IVA;
  • registrazione dell’indirizzo telematico.

Servizi delegabili anche a soggetti diversi dagli intermediari abilitati

I servizi delegabili anche a soggetti diversi dagli intermediari abilitati sono:

  • fatturazione elettronica e conservazione delle fatture elettroniche;
  • accreditamento e censimento dei dispositivi.

Durata e numero massimo delle deleghe

La durata della delega può essere decisa dal soggetto delegante ma non può essere superiore a 2 anni dalla data del conferimento della delega e può essere concessa al massimo a 4 differenti intermediari.

 

Leggi anche  Modello Redditi 2019 SC: Agenzia Entrate pubblica istruzioni e scadenza

Di seguito potete scaricare gratuitamente il modello di delega approvato con Provvedimento dell’ Agenzia delle Entrate del 21 dicembre 2018.

Delega fatturazione elettronica – Provvedimento 21 dicembre 2018 Allegato-A.pdf

 

 

Copyright © Riproduzione riservata

 

Condividi